Dr.ssa Maria Chiara Rinaldi- Info sulla Psicoterapia e Domande Frequenti

                                                                                                               

Potresti aver trovato questo sito perché stai pensando d’intraprendere una psicoterapia per te o per qualcuno a cui tieni. Fare il primo passo e fare il primo contatto non è mai facile. Il mio sito web è progettato per offrire una breve sintesi della psicoterapia in generale e del mio approccio terapeutico specifico.

Se desideri procedere fissando un appuntamento per una consulenza iniziale o se hai ulteriori domande, sarei lieta di ricevere tue notizie via email o telefono.

 “Come può essere utile la Psicoterapia”

La maggior parte delle persone ad un certo punto della propria vita sperimenta qualche forma di stress emotivo, per esempio ansia o tristezza persistente, che può motivare a cercare un aiuto professionale. Spesso le persone arrivano alla terapia individuale sentendosi bloccate in vecchi schemi comportamentali e relazionali, i quali sono dolorosi e difficili da cambiare.

Problemi e difficoltà irrisolte, se non adeguatamente affrontate, difficilmente si potranno risolvere da sole.

Parlare dei propri problemi con un terapeuta competente ed esperto che può ascoltare, analizzare e riflettere insieme, può portare ad una maggiore consapevolezza e cambiamento.                                              

La Psicoterapia è un processo collaborativo, basato sull’alleanza terapeutica tra terapeuta e paziente, focalizzato su un obiettivo specifico che viene concordato insieme. Si tratta di un processo che crea un’opportunità per trasformare le difficoltà in forza e azione. La psicoterapia si concentra, inoltre, sui significati inconsci delle tue difficoltà e sintomi e ti consente di diventare più consapevole delle tue dinamiche interiori e di come esse influenzino la tua vita e le tue relazioni.

La Psicoterapia:

  • offre la possibilità di riflettere su e di districare schemi di relazione e di comportamento profondamente radicati e non funzionali;
  • ti consente di esplorare in profondità i tuoi pensieri e sentimenti nel contesto degli eventi significativi della tua vita, passati e presenti;
  • può aiutarti a fare cambiamenti o scoprire modi appropriati di gestire le emozioni, gli stress e, quindi, di essere più efficace nel processo di problem solving e decisionale, aumentando in tal modo il tuo benessere individuale e relazionale.   

 

 

DOMANDE FREQUENTI

“HO TIMORE AD INIZIARE UNA PSICOTERAPIA, COSA POSSO ASPETTARMI?”

Molte persone hanno bisogno di coraggio per chiedere aiuto. E’ necessario superare pregiudizi e false credenze che associano il chiedere aiuto alla debolezza. In realtà non esistono persone deboli o forti in assoluto, ma solo persone che vogliono migliorare la loro vita ed altre che, purtroppo, sono così condizionate dalle proprie convinzioni negative dal non vedere alternative che pur esistono. Nel corso della nostra prima telefonata o e-mail programmeremo il nostro primo appuntamento. Nella prima seduta ti chiederò di descrivermi le tue problematiche e/o sintomi. Discuteremo e concorderemo gli obiettivi della tua terapia in uno spazio sicuro e confortevole. Ti darò le mie prime impressioni sulla tua situazione, ti indicherò le caratteristiche di base della psicoterapia e, in linea generale, come potremmo procedere insieme.

“LE RICEVUTE FISCALI PER LA PSICOTERAPIA POSSONO ESSERE SCARICATE DALLE TASSE?”

La psicoterapia è riconosciuta come prestazione sanitaria esente da IVA. Pertanto le fatture che rilascerò per ogni colloquio, potranno essere scaricate come spese sanitarie secondo la normativa vigente.

“DOVREI SEGUIRE UNA TERAPIA PSICOFARMACOLOGICA O ANDARE IN PSICOTERAPIA?”

È ben noto che la soluzione a lungo termine delle problematiche psicologiche ed emotive e il dolore che ne deriva non possano essere risolte unicamente con i farmaci. La terapia psicofarmacologica essendo una terapia medica di esclusiva competenza dello psichiatra è centrata sulla cura del sintomo. Nelle situazioni in cui è necessario e/o fortemente consigliato il sostegno farmacologico (per es. quando la sintomatologia risulti invalidante per la vita individuale, sociale e lavorativa della persona) l’approccio che si è rivelato maggiormente efficace è quello che integra il supporto farmacologico e la psicoterapia.

In psicoterapia si pone attenzione ai significati del sintomo, ma non ci si focalizza esclusivamente su di esso; nello specifico, la psicoterapia affronta la causa del proprio disagio, aiuta il paziente a divenire maggiormente consapevole dei significati personali dei propri problemi e sintomi e aiuta ad analizzare e, quindi, a cambiare gli schemi cognitivi e comportamentali disfunzionali che frenano la crescita e il benessere personale e relazionale. È possibile ottenere un senso di benessere e una crescita più duraturi con un approccio integrato al benessere psicofisico e relazionale. In alcuni casi, una combinazione di entrambe le terapie costituisce la giusta linea d’azione.

“NON HO MAI PARLATO CON NESSUNO DEI MIEI PROBLEMI. SONO ABITUATO A FARCELA DA SOLO. NON SONO DEBOLI LE PERSONE CHE VANNO IN TERAPIA?”

Al contrario, le persone che chiedono aiuto sanno quando ne hanno bisogno e che hanno la possibilità di ottenerlo. Tutti hanno bisogno di aiuto di tanto in tanto. Possiedi già dei punti di forza che hai usato in precedenza, che per qualche motivo non funzionano più in questo momento attuale della tua vita. Forse hai la sensazione che il problema attuale sia così opprimente e travolgente da renderti difficile accedere ai punti di forza del passato. Nel lavoro insieme, ti aiuterò ad identificare, ricontattare  e ad utilizzare in modi nuovi, più funzionali, quei punti di forza.

“CHE DIFFERENZA C’È TRA IL PARLARE CON TE E IL CONFIDARSI CON UN BUON AMICO O UN FAMILIARE?”

La differenza consiste nel fatto che qualcuno che ha una formazione ed un’esperienza professionale può aiutarti ad affrontare la tua situazione in un modo nuovo, insegnandoti nuove abilità, aiutandoti ad acquisire prospettive diverse, ascoltandoti senza giudizi o aspettative e, soprattutto, aiutandoti ad ascoltare te stesso. Inoltre, la terapia è completamente riservata (segreto professionale). Non dovrai in alcun modo preoccuparti che gli altri vengano a conoscenza delle tue cose. Infine, se la tua situazione genera una grande quantità di emozioni negative e se ti sei confidato con un amico o un familiare, c’è il rischio che una volta che ti sarai sentito meglio tu possa iniziare ad evitare quella persona affinché non ti venga ricordato questo difficile periodo della tua vita.

“COME FUNZIONA? COSA DEVO FARE NELLE SEDUTE?”

Poiché ogni persona ha differenti problemi e diversi obiettivi da voler raggiungere con la terapia, questa sarà diversa a seconda dell’individuo. Adatto il mio approccio terapeutico alle specifiche esigenze di ogni paziente. In generale, ciò che puoi aspettarti è di discutere insieme degli eventi attuali che accadono nella tua vita, degli aspetti della tua storia personale pertinenti al tuo problema e riportare i progressi (o eventuali nuove consapevolezze raggiunte) dalla nostra precedente seduta di terapia.

“QUANTO TEMPO CI VORRÀ?”

A seconda delle specifiche problematiche, la terapia può essere a breve-medio termine (nel caso, ad esempio si tratti un problema circoscritto ad un periodo e ad un ambito specifico della propria vita) o a più lungo termine nel caso sia necessario affrontare schemi cognitivi, comportamentali e relazionali più radicati e quindi più difficili da modificare o nel caso l’obiettivo che si vuole raggiungere con la psicoterapia riguardi la crescita personale ed il funzionamento della personalità. In entrambi i casi, la frequenza delle sedute è di una a settimana.

“SE MI IMPEGNO NELLA TERAPIA, COSA POSSO ASPETTARMI? COME POSSO OTTENERE IL MASSIMO DALLA TERAPIA?”

È importante comprendere che si otterranno maggiori risultati dalla terapia se parteciperai attivamente al processo. Lo scopo ultimo della terapia è aiutarti a riportare ciò che apprendi e ciò di cui divieni consapevole nel corso delle sedute nella tua vita quotidiana. Oltre al lavoro che svolgerai nelle sedute terapeutiche, posso suggerire alcune cose che potrai fare al di fuori della terapia per sostenere i tuoi progressi, come per esempio praticare semplici tecniche di rilassamento, alcuni “esercizi” specifici per la tua situazione, tenere un diario su un argomento specifico, leggere un libro pertinente ed, ancora, osservando comportamenti particolari o intervenendo per raggiungere i tuoi obiettivi.


copyright www.talkingta.com.au

SEMINARIO GRATUITO

di crescita personale e relazionale

sabato 23 Febbraio 2019 ore 16:30

conduce: Dr.ssa Maria Chiara Rinaldi

Il seminario è rivolto a tutti coloro che sono interessati a conoscere nuovi modi per migliorare la qualità della propria vita (immagine di sé) e delle proprie relazioni. Verranno presentati i concetti base dell’Analisi Transazionale e, soprattutto, come essi possano costituire degli utili strumenti psicologici per aumentare il proprio benessere individuale e relazionale

È necessario prenotarsi (posti limitati) per info e prenotazioni contattare 347-0437790 o inviare la richiesta compilando il modulo nella sezione “contatti”

 

Go Top